MOSTRE MILANO

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA

Il Festival della Fotografia Etica è un evento a carattere internazionale che apre le porte della città di Lodi al mondo. Un’occasione per approfondire uno degli strumenti di comunicazione più efficaci del nostro tempo: la fotografia.

Considerata l’importanza dei temi trattati, il Festival ha compreso fin dalla sua prima edizione, la necessità di aprirsi al mondo delle scuole, estendendo le proprie attività definite educational sul territorio.

Attraverso un ricco programma di mostre di fotoreporter di livello internazionale, accompagniamo gli studenti alla scoperta di storie che parlano di ogni angolo del pianeta e che cercano di indagare la relazione tra etica, comunicazione e fotografia.

 

INFO

Sebastião Salgado – “Kuwait. Un deserto in fiamme”

da sabato 21 ottobrea domenica 28 gennaio 2018

DOVE

Forma Meravigli

Via Meravigli , 5 • Milano

Davide Mosconi. Moda, Arte, Pubblicità

Campagne pubblicitarie e servizi di moda e costume nelle immagini fotografiche realizzate da Davide Mosconi, poliedrico artista, musicista, designer e fotografo milanese, indagano un aspetto importante della sua attività. In mostra alla Galleria Milano.

INAUGURAZIONE: 19 SETTEMBRE, ORE 18:30.

La galleria è chiusa dalle ore 13:00 alle 16:00.

 

INFO

 

Daniele de Carolis. Shamo

La personale fotografica di Daniele de Carolis indaga il mondo delle scommesse clandestine sul combattimento dei galli. Introdotto in giovane età dal padre, l’autore, in un ricercato bianco e nero, ritrae la grazia e la leggerezza degli animali che appaiono danzare con movenze delicate anziché intenti in una lotta cruenta.

La mostra è aperta dal 6 ottobre all’1 novembre con i seguenti orari: lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica ore 11-23; sabato ore 15-23. Inaugurazione giovedì 5 ottobre ore 19.

 

INFO

Nan Goldin. The Ballad of Sexual Dependency

Per la prima volta in Italia è presentata al pubblico “The Ballad of Sexual Dependency” dell’artista statunitense Nan Goldin. Il Museo di Fotografia Contemporanea porta alla Triennale di Milano la sua serie più famosa, un diario visivo dedicato alla fragilità degli esseri umani. L’opera offre uno sguardo che abbraccia la quotidianità e l’intimità di momenti vissuti da lei, dagli amici e dai familiari tra Boston, New York, Berlino e altre località: il sentimento, la trasgressione, la perdita, la violenza, la droga e il sesso appartengono a un work in progress profondamente personale iniziato alla fine degli anni Settanta e riconosciuto tra i capolavori della storia della fotografia. Curato da François Hébel, l’appuntamento consente di scoprire una fotografia istintiva, intima, incurante della bella forma, che va oltre l’apparenza, senza mediazione alcuna. Un percorso artistico, il suo, che corre parallelo alle vicende di una vita sofferta e affascinante. Si coglie in alcune occasioni il desiderio di porre in evidenza il contrasto fra autonomia e dipendenza, ma anche l’antagonismo che cresce all’interno del rapporto di coppia. Studiate e imitate in tutto il mondo, le sue immagini rimangono un modello narrativo che ha influenzato una generazione di fotografi. Per l’autrice il percorso di ricerca artistica non poteva separarsi dall’esperienza di vita, rendendo il lavoro un classico contemporaneo. Una scenografia a forma di anfiteatro accoglie il pubblico e consente la visione dell’installazione costituita da un video. Materiali grafici e alcuni manifesti originali completano l’esposizione.

 

INFO

Sandro Giordano e Massimo Giordano. Visione e illusione

Due fratelli, l’artista Sandro Giordano e il fotografo Massimo Giordano realizzano un progetto a quattro mani proposto nella sede della Banca Generali. Il medesimo tema della visione è indagato attraverso opere pittoriche e fotografiche che nell’allestimento si confrontano in un dialogo che presenta allo stesso tempo contrasti e armonie.

La mostra è aperta dal 28 settembre al 25 novembre con i seguenti orari: lunedì-venerdì ore 8.30-13.30 e 14.45-15.45. Inaugurazione mercoledì 27 ore 18.30.

 

INFO

Stefano Viti. My Human Nature

Dopo 15 anni da professionista nel mondo della moda, Stefano Viti ha deciso di dedicarsi a progetti artistici personali: ogni scatto è una ricerca, un’esigenza dell’anima, un’espressione del modo personale di vedere le cose. My Human Nature è l’ ncontro di due progetti  fotografici costruiti tecnicamente in maniera differente, ma visceralmente identici nel concetto: l'uomo in lotta con se stesso e con il prossimo, l'uomo in lotta con la natura che fa parte di sé. Il 28 settembre alle ore 19 ad accompagnare l'inaugurazione delle opere di Stefano: dj Set,  live performance di artisti a sorpresa e la possibilità di scoprire in anteprima "Spirit", l’hair collection ideata da Rubertelli per l’autunno ‘17/inverno ‘18.

 

INFO

Wildlife Photographer of the Year 2017

L’attesa è finita! La mostra di fotografia naturalistica (guarda fotogallery) più prestigiosa al mondo inaugura il 6 ottobre alla Fondazione Luciana Matalon. Grazie all’associazione culturale Radicediunopercento e al Comune di Milano, le immagini premiate alla cinquantaduesima edizione del concorso internazionale indetto dal Natural History Museum di Londra – sono giunti da 95 Paesi oltre cinquantamila scatti – raccontano la fragilità e la bellezza del pianeta, la diversità della natura, il regno botanico e quello animale. Le cento immagini scelte da una giuria di esperti regalano uno sguardo ricco di emozione e di testimonianza rispetto a un ambiente da salvaguardare e da preservare. Fotografo dell’anno è l’americano Tim Laman per lo scatto realizzato nella foresta pluviale indonesiana che mostra un orangutan del Borneo. Al sedicenne londinese Gideon Knight è stato assegnato il Young Wildlife Photographer of the Year con l’immagine fiabesca dal titolo “La luna e il corvo”.

La mostra è aperta dal 6 ottobre al 21 gennaio 2018 con i seguenti orari: martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica ore 10-19; venerdì ore 10-22.

 

INFO

Sede:

via Airoldi, 5 - Carimate

 

E-Mail: gfcamerabox@gmail.com


SERATA ON AIR A

CIAO COMO RADIO:

Un ora in diretta a "Il muro del suono", i fondatoti del gruppo e alcuni soci.

Ci siamo divertiti moltissimo!

Per ascoltarci cliccate su

http://www.ciaocomo.it/muro-suono-camerabox/

calendario

curiosità

link/siti con curiosità

Serata ARCI TAMBOURINE con foto, musica... e non solo! SALVATI DA SOLO